Menu
Contattaci

Nouvelle – Orléans

29 aprile 2017

Nouvelle- Orléans
68% vol.

Mentre la popolarità dell’assenzio si affermava in tutta la Francia durante la metà del XIX secolo, la fata verde iniziava ad approdare anche verso la “Parigi” del Nuovo Mondo, Nouvelle-Orleans.
Allo stesso modo i turisti e gli immigrati di lingua francese aiutarono la diffusione dell’assenzio in questa vivace città portuale e al contempo un farmacista francese, Antoine Peychaud, proponeva un miscelato curativo, a base di assenzio, nel suo negozio in Royal Street.
La fama dell’assenzio cresceva nella Louisiana di lingua francese e Henri Degas e Oscar Wilde, arrivati a New Orleans nella seconda parte del 1800, non hanno avuto problemi a reperire, tra gli altri comfort famigliari, quelli importati da Francia e Svizzera.
Con l’avvento del XX secolo i caffè, come il famoso “Old absinthe House”, stavano facendosi conoscere mitigando le umide estati proponendo Sazerac, Absinthe frappé ed anche l’occasionale gelato all’assenzio. Purtroppo ci fu una battuta d’arresto in seguito al bando che negli Stati Uniti entrò in vigore nel 1912.
Questo assenzio è il frutto dell’ispirato lavoro del nativo di New Orleans, T.A. Breaux, che ha tratto spunto da quelli originali che resero famosi il cocktail Sazerac e l’absinthe frappé.
La distillazione di stimolanti botanici tonici è proprio quello che i farmacisti della Belle Époque prescrivevano per diversi disturbi subtropicali.
E' ottenuto macerando insieme diverse piante, fra cui l'artemisia absinthium e fiori medicinali, in un distillato di vino, utilizzando alambicchi di oltre 100 anni. Il suo colore verdastro chiaro si ottiene attraverso un'infusione successiva alla distillazione. Gli aromi sono vivaci, complessi ma non dolci. E' un vero aperitivo, che stimola l'appetito mentre pulisce e rinfresca il palato con il suo gusto vivace, intenso e allo stesso tempo fresco nel finale dove le componenti floreali persistono a lungo. Propone agli intenditori dei profumi e una persistenza che erano scomparse insieme alle marche artigianali quasi un secolo fa.